Due Parole su di noi

Dal 2010 la Compagnia sperimenta la commistione di linguaggi: teatro di figura, teatro di oggetti, pittura, musica, clownerie, pantomima, equilibrismo, giocoleria, bolle di sapone, magia, nouvelle magie sono i poli artistici che sostengono la visione artistica contemporaneo-circense della compagnia.

Le tecniche e i linguaggi scelti vengono presi, studiati, smembrati e praticati con precisione fino a farne virtuosismo, spesso a tempo di musica. Così fanno Izumi Fujiwara con la pittura, Michele Cafaggi con le bolle di sapone, Piergiorgio Vimercati con la magia. L’intento è quello di offrire al pubblico un’esperienza culturale semplice e leggera, ma al contempo frutto di un rigoroso lavoro attento ai contenuti e alla forma.

il nostro Team

Pittrice, illustratrice, grafica e attrice. Esplosione di fantasia e direzione artistica dello Studio TA-DAA!. Se non ha il pennello in mano è perchè sta facendo la mamma di Nami e Shin.
Michele: Attore, clown e mago delle bolle di sapone. Mente creativa e direzione artistica dello Studio TA-DAA! Se non sta facendo bolle di sapone, sicuramente lo trovi in un negozio fai da te o in giardino.
Organizzazione, distribuzione, amministrazione. Non solo Excel, ma anche colla vinilica e forbici dalla punta arrotondata per tenere tutto in ordine in Compagnia.
Mago di professione. E non un Mago qualunque, ma unico ed inimitabile esponente della Grande Compagnia del Mago Barnaba.
DADDE: attore e clown. Fa tante cose ma con lo Studio TA-DAA! ha deciso di fare uno spettacolo per trovare casa, o meglio Scala.
musicista e compositore, un Maestro che se non ci fosse lo dovrebbero inventare. Con il pianoforte davanti le azzecca tutte, senza… vabbè, per fortuna che di mestiere da il musicista!
Attore, clown, informatico. Creatore di diavolerie digitali, ologrammi e invenzioni moderne.
polistrumentista, artista eclettico, cantautore, in una sola parola: Poeta
clarinettista e chitarrista jazz, attore, uomo di lettere e le conosce tutte dalla A alla Z
il Capo Tecnico, quello che ne sa. Come accende e spegne lui le luci, pochi al mondo!
Drammaturgo, scrittore, libero pensatore, ma anche uomo d'azione, macchnista, tecnico. L'unico al mondo che declama sonetti del '300 puntando i fari.
Tecnico, neanche troppo allievo. Quando siamo in tournèe non è solo tecnico audio e luci, ma guida anche il furgone e sceglie Bellissima musica. SimonePizzi Pizzi, di cognome fa ordine e pulizia.